Parliamo di “The Square”, film vincitore a Cannes e giunto fino alle sale FICE di provincia grazie all’indipendente Teodora.LEGGI
Arti lunghi e nodosi, schiena convessa, mento prognato, fronte sporgente, Antonio Rezza sa farsi piteco con pochi spostamenti di muscoli. Un piteco scattante, nervoso, moltiplicato da una serie di esseri dall’aspetto scimmiesco o scimmiottante. Esseri meschini, laidi, terribilmente umani. Una sequenza di freak balla scomposta in questo lavoro che per l’appunto s’intitola Pitecus.LEGGI
Andrea Cosentino accomoda nel centro del palcoscenico un po’ di oggetti, manufatti che fanno mucchio, un mucchio selvaggio. Nella congerie, nell’ammasso performativo ci sono, tra i molti che non ricordo, un cappello da pompiere, una spugna, degli asciugamani-copricapo, una bambola, Big Gim, un telo nero…LEGGI
O ritratto, il dado è il ritratto delle sei certezze che stampate sulle facce giocano la conferma o la smentita, la prigione o il premio. Nel duopolio di coppia, nell’anarchia dei sentimenti, riflettiamo su Monopolista, il nuovo lavoro dei Quotidiana.com.LEGGI

VOCI NEL MOVIMENTO

Campidoglio. La città di Roma è di nuovo teatro di un acceso dibattito politico. Abbiamo voluto infiltrarci tra gli esponenti del Movimento oggi al governo della Capitale e porre alcune domande.LEGGI

C(r)edere a Tommaso

Simpatia, affetto addirittura, per il Tommaso di Kim Rossi Stuart, uscito poche settimane fa dai battenti di Venezia. Una storia intima, un film d'autore; qualcuno scrivendone ha citato padri di memorabili capolavori intimisti come Moretti e Allen. Così è Tommaso, un film d'introspezione specchiato sul collo sottile e fuori asse, la schiena lievemente convessa, di un attore inerte tra nevrosi morettiane e pulsioni parossistiche.LEGGI